“I veri grandi spiriti costruiscono, come le aquile, i loro nidi a grandi altezze, nella solitudine.” Arthur Schopenhauer Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

venerdì 4 gennaio 2013

Affari di cuore


Lo ami ancora allora?

No, veramente no.
Succede, talvolta, che mi ritorni in mente.
Può essere a causa di un sogno o di un odore, di un oggetto che tra i miei ricordi è legato a lui.
Ad esempio, stamattina, c'era un uomo che aveva il suo stesso taglio di capelli e il suo stesso profumo.
Sembrava che l'avesse fatto apposta: doveva esserselo spruzzato addosso una trentina di volte.
L'aria sapeva solo di lui e io ho iniziato a trovarlo irritante.
Avrei voluto andare lì e dirgli:
ma perché non ti fai crescere i capelli?
ma perché non ti dai meno profumo di mattina?
e perché non ne compri uno nuovo?
Ovviamente non ho potuto dire niente, e la mia giornata-da quel momento in poi-è improvvisamente diventata una giornata schifosa, invivibile, pesante, noiosa.

Lo ami ancora allora?
No, veramente no.
Il fatto è che se mi ritorna in mente, le volte in cui accade, ha ancora il potere di trasformare una giornata tranquilla come tante altre in una giornata di merda.
Tutto qui. Non è amore, non è malinconia, non è tristezza, non è mancanza.
E' la reazione naturale di una che amava e poi, per forza di cose, ha imparato a non amare più.



Due sconosciuti che fanno sesso in un letto e si concedono tutto senza remore e il buio non gli fa paura e tutto sommato sono potenti, potentissimi e niente può fermarli o sconfiggerli, sarà perfetto, sarà perfetto anche se durerà il tempo di un orgasmo, sarà una di quelle notti che ti ritemprano per il freddo che verrà.
Due sconosciuti che, invece, si conoscevano bene ma ora non più, e cade il soffitto, cade il letto, bruciano le coperte, si strappano le lenzuola e loro sono immobili da chissà quanto tempo e lui ha un paio di pantaloncini e lei un pigiama che un tempo lui avrebbe trovato infantile, ma sexy, Dio se sei sexy, ma adesso non si toccano più, non si toccano più e sarà una di quelle notti in cui il freddo che verrà non potrà fare tanto male, in confronto al gelo che c'è qui.




Io ti amavo e tu no, chi era quello che avrebbe dovuto fermarsi?

Quella sera in macchina, quella macchina sempre profumata di dischi rock e sigarette, quella sera abbiamo fatto l' amore.
Niente di strano, lo fanno tutti, lo fanno spesso.
Almeno spero.
Il problema è che io ti amavo e tu no. Io facevo l' amore e tu mi guardavi il culo.
Io ti guardavo negli occhi e tu mi stringevi i capelli.
Sinceramente non sono il tipo che fa l' amore dolce, no. Non lo faccio quasi mai.
Non è stato facile per me capire se mi stavi amando o se mi stavi soltanto scopando.
Tutto sommato mi baciavi, tutto sommato mi accarezzavi il collo e mi ripetevi che ero bellissima. Forse troppo.
Ho capito dopo, dopo ho capito.
Tu avevi avuto tutto, sempre che tutto sia un corpo da usare.
Io volevo ancora tutto, volevo un tuo abbraccio.
Non chiedevo tanto, giuro.
Forse non chiedevo nemmeno amore.
Avrei voluto un po' di rispetto e perché no, un po' d' affetto.
"Fa caldo, fammi aprire il finestrino."
Ti scansasti dalle mie braccia, dalle mie speranze, dai miei capelli spettinati.
Tornasti al tuo posto e io al mio, ti rivestisti, perché chi non si ama non ama farsi vedere nudo.
Io avrei voluto guardarti per ore, tu non volevi farti vedere.
Accendesti una sigaretta e solo in quel momento mi accorsi che la tua macchina puzzava.
Puzzava di fumo, di sesso scadente e di merda, tutta la merda che mi avevi rovesciato addosso.
Io ti amavo e tu no, chi era quello che avrebbe dovuto fermarsi?
"

Tratto dal libro Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore di Susanna Casciani
Niente serve a niente per essere amati, se non l’ amore. Forse a volte tutto quel mio amore non corrisposto, quelle sere passate a mangiare la mia dignità come fosse un grande piatto di spaghetti al pomodoro, quei messaggi pieni di richieste di attenzione, forse a volte tutto quel mio amore non era amore, era solo insicurezza vestita a festa. - Susanna Casciani

Foto: Enjoy life..  Jurnal.pentru.Ea


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Quando ami dai libertà ed eviti il giudizio.- Gabriela Balaj

In fin dei conti torniamo a visitare un sito web per il contenuto. Ciò che conta realmente è la qualità dell'informazione, poco conta la scenografia, nulla conta la quantità enorme-esagerata di parole vuole e di papiri insignificanti.Tutto il resto è contorno. Lo scopo del design è soltanto quello di permettere ai visitatori di arrivare facilmente al contenuto.
NOTA IMPORTANTE: E’ possibile ripubblicare qualsiasi articolo nelle vostre pagine web, nelle vostre newsletter, nei vostri e-book o in altre vostre pubblicazioni soltanto assicurandovi che l' articolo sia riprodotto, anche parzialmente, senza alcuna modifica sostanziale, includendo il nome dell’autore e il link website. E' vietato ritagliare le foto o cancellare le scritte sopra le immagini. Grazie

Leggi anche:

Cari amici ricercatori

Per chi desidera informazioni GRATUITE sulle anime gemelle, fiamme e sui corpi sottili, cercate nella mia pagina facebook l’album FIAMME GEMELLE - ci sono 88 articoli + altri album come ESTASI, CUORI ecc... in più qui nei miei blog troverete altri articoli ricchi di materiale, cliccate anche QUI nel blog la pagina CONTATTI. ARCHIVIO BLOG


Per coloro che desiderano leggere dei libri molto interessanti, c’è un album con presentazioni e recensioni dedicato ai LIBRI PREZIOSI nella mia pagina fb. Per chi desidera solo passare del tempo ci sono altri album da guardare e condividere sempre sulla pagina facebook e su google plus potete trovare altro materiale.


Esiste anche un mio canale in you tube dove potete trovare info gratuite.


In fine per coloro che desiderano più informazioni sui libri scritti da me c’è il blog mercatino feng shui. E' disponibile anche il mio ultimo libro sul mio sito gabrielabalaj.com .

I libri sono ordinabili on-line anche anche sul giardino dei libri


Libertà, pace e amore a tutti!


Gαbriєα Bααj